Cisti al piede: un’operazione rapida

Fastidio dovuto ad una cisti al piede?Si potrebbe prendere in considerazione un'operazione. Il dottor Julien Lopez ti accompagnerà durante tutte le fasi.

La cartilagine presente nel corpo umano permette alle ossa di compiere movimenti e di scorrere in corrispondenza delle articolazioni. Questo tessuto alquanto flessibile riveste le superfici ossee e il liquido sinoviale fornisce la lubrificazione. Particolarmente viscoso, deve essere mantenuto all’interno di queste articolazioni grazie alla membrana sinoviale.

In caso di traumi all’avampiede, si crea una fragilità che può provocare una rottura di queste membrane presenti a livello dei metatarsi del piede. In tal caso il liquido sinoviale si diffonde e crea un nodulo. Si parla classicamente di “cisti artro-sinoviale”. Questa cisti può crescere gradualmente nel tempo fino a diventare davvero fastidiosa. Lo sfregamento del piede nella scarpa o il dolore possono costringere a rivolgersi al medico.

Le cisti del piede possono anche essere epidermoidi, localizzate nell’epidermide del piede. Si verificano a causa di un poro della pelle ostruito o di un trauma.

Se non vengono curate, provocano dolore dovuto allo sfregamento con le scarpe, irritazione e talvolta anche perdita di sensibilità e sensazione di scosse o scariche elettriche. Inoltre, se non viene adottata nessuna azione, rischiano di ritornare diversi mesi dopo.

Il dottor Julien Lopez ti accompagnerà durante tutto il processo con un supporto personalizzato, attivando trattamenti non operatori o operatori in base alla tua situazione.

Trattamenti della cisti sinoviale del piede senza intervento chirurgico

I trattamenti della ciste sinoviale del piede possono essere effettuati in uno studio medico senza necessariamente richiedere un intervento chirurgico.

Innanzitutto la scelta delle scarpe è fondamentale. Questa massa al piede ti dà fastidio e non riesci a smettere di pensarci. Scarpe comode e abbastanza larghe ti permetteranno di pensarci di meno ed eviteranno il dolore dovuto all'attrito.

In ambulatorio la cisti artro-sinoviale del piede può essere trattata con una iniezione. Viene infatti usata una siringa per drenare il fluido che si trova nel nodulo. Si può anche iniettare del cortisone o fare dei bendaggi per comprimerla ed eliminare questa cisti mucoide del piede, senza trattamento chirurgico.

Se queste azioni non sono efficaci, lo specialista ti farà una serie di domande sulle cause di questa cisti, sul disagio che provi quotidianamente e sulla tua storia medica. Verrà effettuata anche una visita medica per sapere se sei idoneo all'intervento o se è meglio proseguire con trattamenti non chirurgici.

Se sei diabetico o la tua igiene plantare non è ottimale, corri un rischio maggiore di infezioni e complicazioni dovute a questa massa benigna. Si potrebbe quindi prendere in considerazione un’operazione chirurgica.

Cisti sinoviale del piede: un’operazione necessaria?

Per una cisti sinoviale del piede, a volte è necessaria un’operazione se i trattamenti medici non sono efficaci o se le sue dimensioni danno davvero fastidio.

L’intervento viene effettuato in anestesia loco-regionale quasi senza dolore. Infatti, quando le cisti sono localizzate a livello delle dita dei piedi, l’operazione è facilitata perché la cisti è accessibile e la pelle è sottile. Addormentare solo il piede sarà quindi sufficiente e permetterà di recuperare più rapidamente.

La procedura dell’operazione per una cisti sinoviale del piede

Come si svolge un’operazione alla cisti sinoviale del piede? La durata media dell’intervento per una cisti del piede è di 30 minuti e richiede solo mezza giornata di ricovero (intervento ambulatoriale).

Le fasi di questa procedura chirurgica sono le seguenti:

Sarà necessario applicare le medicazioni ogni due giorni e fissare una visita dal chirurgo entro le 3 settimane successive per verificare le condizioni del piede. Infatti, è necessario un monitoraggio dopo questa operazione per evitare possibili complicazioni.

Dopo questo intervento chirurgico non sarà necessario immobilizzare il piede. Si consiglia tuttavia di indossare scarpe comode e larghe, sospendere l’attività fisica per 3 settimane ed evitare di guidare per almeno 2 giorni. Il rischio principale dell’operazione è la recidiva. È essenziale rispettare un periodo di riposo di 2 o 3 settimane evitando un uso eccessivo del piede. Inoltre, a seconda dei casi, può essere presa in considerazione anche un’interruzione dal lavoro da 2 a 4 settimane. La durata dell’assenza dal lavoro dipende dall’attività professionale, dalle dimensioni della cisti, dalla sua posizione e dall’anamnesi medica.

Come ogni procedura chirurgica, esistono dei rischi che è necessario citare:

Il dottor Julien Lopez, specializzato in chirurgia del piede, risponderà alle tue domande e ti guiderà verso i trattamenti e gli interventi necessari in base alla tua situazione.